FANDOM


Le Guerre di Unificazione Modifica

Le Guerre dell'Unificazione, sono il nome di antichi e numerosi conflitti combattuti alla fine dell'Era del Conflitto. Furono guidati dal signore della guerra noto solo come Imperatore nel suo tentativo di riunificare le tribù distrutte e le nazioni della Terra, ora governate in gran parte da signori tecno-barbarici. Le sue intenzioni erano di riunire i resti frantumati dell'umanità nella galassia e creare un’Imperium che avrebbe portato ad una Grande Crociata per portare ordine nella galassia.

Preludio

Nel 29° millennio, la Terra era stata inghiottita nel caos e nell'anarchia dall'Era del Conflitto per diverse migliaia di anni. La Terra era un violento calderone diviso tra città-stato, signori della guerra tecno-barbarici e vari altri ordinamenti. Tuttavia, poiché Slaanesh era vicino alla sua nascita all'epicentro dell'Impero Eldar , le Tempeste Warp che afflissero il mondo natale dell'umanità si ridussero. Percepito che il tempo era giusto, un essere noto come l'Imperatore iniziò finalmente la sua campagna per riunificare la Terra. 

Apparendo apertamente per la prima volta, l'Imperatore guidò i suoi Thunder Warriors , super-soldati geneticamente modificati creati in laboratori segreti, in una serie di campagne contro tutti gli altri signori della guerra e i tecno-barbari della Vecchia Terra. Le sue forze includevano non solo i Warriors Thunder, ma anche l’Adeptus Custodes, formazioni che sarebbero stati inclusi tra i primi membri dell’esercito imperiale tra cui Geno Five-Two Chiliad e gli ussari Inferallti, e alla fine i prototipi Astartes. Le sue forze hanno utilizzato le armi avanzate del clan dei Terrawatt dopo aver stretto un'alleanza con loro. Così l'Imperatore fece la sua mossa sulle maggiori potenze della Terra. 

Sottomissione della Terra

Albia – Gli Albiani rifiutarono di inginocchiarsi davanti all'Imperatore e cosi incontrarono i suoi Thunder Warriors con i loro proto-dreadnought e i soldati blindati. Battaglia dopo battaglia, gli Albiani riuscirono a trattenere le forze dell'Imperatore, ma solo a costi incredibili per i difensori. Ammettendo il temperamento marziale e lo spirito indomabile del suo nemico, l'Imperatore chiamò il cessate il fuoco e cercò una soluzione diplomatica. L'Imperatore apparve davanti ai Signori dei Clan Albiani disarmati e vestiti di bianco e cremisi, parlando della sua visione di un'umanità unificata. Offrì loro gloria tra le stelle e la redenzione. Per lo shock di molti, i signori della guerra di Albia, vedendo l'Imperatore diverso dai tiranni del passato, accettarono i termini e presto divennero alcuni dei sostenitori più zelanti dell'unificazione. 

Albyon - Il tirannico signore della guerra Uilleam il rosso viene sconfitto dalle forze dell'imperatore e imprigionato nella prigione di Khangba Marwu

Impero achemenide - Giurò fedeltà all'Imperatore all'inizio della sua guerra; l'Impero achemenide subì poco durante le Guerre di Unificazione, evitando sia lo sciopero atomico che l'invasione dei Thunder Warriors. 

Atlan - La Ur-regina di questo paese è stata uccisa da Adeptus Custodes durante una delle battaglie

Beozia - Menzionata nei registri imperiali come ostile alla piena unificazione; in realtà approvava tacitamente il dominio dell'Imperatore; la monarchia dominante della Beozia usava ogni sorta di diplomazia per evitare di perdere il potere. In uno spettacolo di grande pazienza e benevolenza, l'Imperatore permise alla famiglia regnante di Beozia - la Yeselti - di continuare così per oltre 150 anni, con l'intenzione che si sarebbero integrati nella Terra Imperiale unificata alla loro stessa velocità e con molta dignità possibile. Invece, i Yeselti si aggrapparono alla loro indipendenza fino al punto in cui, in primo luogo, l'esercito imperiale fu costretto ad invadere la provincia e infine, l'invasione avvenne tramite i Legionari Astartes della Stirpe dei Mille Figli. Sono stati assegnati a questo compito per annullare il piccolo stato truculento. La Beozia era notevole sia per la presenza dell'industria che per almeno un santuario sepolto dedicato agli dei venerati dagli umani in un'epoca precedente. 

Rifiuti del Caucaso - Il suo sovrano, l'etnarca, fu sconfitto dalle forze dell'imperatore e imprigionato nelle segrete di Khangba Marwu . 

Franco - Assorbito dalle forze dell'Imperatore.

Hy Brasil - Il suo ultimo sovrano indipendente, Dalmoth Kyn, fu uno degli ultimi signori della guerra terrestri a essere sconfitto dall'Imperatore. Dopo la sconfitta, Hy Brasil esisteva come provincia semi-autonoma all'interno dell'Imperium, ed era governata dai discendenti di Kyn. Tuttavia le azioni di Malcador il Sigillite assicurarono che i discendenti di Dalmoth, incluso Ferom Sichar, non si sedettero mai al Concilio della Terra quando fu creato. 

Merica - Questo importante regno era noto per l'alta moda e le sale da ballo, cadde nelle mani dell'imperatore. 

Maulland Sen Confederazione - La Confederazione Nordic-based, che serve involontariamente gli Dei Oscuri impegnandosi in sacrifici umani tramite il cannibalismo, proibì la manipolazione genetica; è stata schiacciata dai guerrieri Thunder nella battaglia di Maulland Sen . Il suo sovrano, il prete-re di Maulland Sen, fu giustiziato personalmente dall'imperatore. 

Impero Panpacifico - Il potente impero Panpacifico sotto il suo tiranno Narthan Dume fu sconfitto dalle forze dell'Imperatore. Con una mossa speciale, l'Imperatore fece giustiziare Dume invece di farlo imprigionare. 

Ursh - Dominato dal tiranno Kalagann; Ursh impiegò potenti psionici nei suoi eserciti e usò la sua forza per scatenare i poteri oscuri di curvatura sui suoi nemici. Ciò, tuttavia, non lo ebbe a disposizione quando affrontò le forze dell'Imperatore, che sconfisse e uccise Kalagann. 

Etnarchia - Si sa che l'etnarchia ha comandato formidabili forze composte da guerrieri geneticamente modificati conosciuti come Ur-Khasis, armi pericolose dall'età oscura della tecnologia e schiavi psionici. Il primo tentativo da parte delle forze imperiali di conquistare le roccaforti dell'Ennarchia all'inizio della guerra era costato la vita a 20.000 Thunder Warriors e ad un milione di altre vittime. Verso la fine delle guerre dell'Unificazione, l'imperatore iniziò il suo secondo tentativo di rovesciare l'etnarchia. Questa volta la XVIII Legione delle Legioni Astartes fu incaricata di distruggere i generatori di energia sotterranei che alimentano i campi di potere della Ethnarchy. Nella successiva battaglia nota come Assalto alle gallerie della tempesta, la XVIII legione risultò vittoriosa e con i loro campi di forza furono abbattuti, l'etnarchia fu cosi rapidamente schiacciata dalle forze dell'imperatore. 

Yndonesic Bloc - Il brutale Ethnarch del blocco, il cardinale Tang, fu sconfitto dalle forze dell'imperatore e imprigionato. 

Enclave di Saragorn - L'Enclave si arrese alle forze dell'Imperatore, ma continuò a condurre gli esperimenti in segreto. Quando l'Imperatore scoprì questa sfida, inviò l’ottava legione per portare la sua punizione. L'Enclave fu brutalmente distrutto.

Conclusioni

La battaglia finale della guerra fu il massacro di Gaduare in Franco, dove 5.000 Thunder Warriors massacrarono 50.000 milizie ribelli. L'ultimo atto dell'era dell'Unificazione vide l'Imperatore massacrarei Thunder Warriors sul Monte Ararat, lasciando il posto alla sua prossima generazione di guerrieri superumani, gli Space Marine. Dopo le sue vittorie militari, l'Imperatore cercò di diffondere la sua Verità Imperiale attraverso il pianeta, facendo rispettare l'ateismo e distruggendo le chiese del pianeta. L'ultima chiesa della Terra, la Chiesa della Pietra dei lampi, fu distrutta poco prima della Grande Crociata. 

Dopo aver conquistato la Terra, l'Imperatore ha quindi messo gli occhi su Luna, occupandola in una rapida campagna. Dopo aver catturato Luna e aver vinto la fedeltà del Meccanico di Marte, l'Imperatore lanciò la sua Grande Crociata. Nei successivi 200 anni, l'Imperatore guidò le Legioni Astartes nel riconquistare gran parte della Galassia e trovare i Primarchi perduti.